Giovani e Maker Faire

È un’esperienza incredibile parlare di quindicimila tra bambini e ragazzi, più o meno accompagnati da volonterosi genitori, che hanno affollato gli spazi della Maker Faire 2014 a Roma, lo scorso ottobre.

È segno di speranza, e non è retorica. Dare ai bambini e ai ragazzi motivi d’interesse, far crescere passioni per il “fare”, offre un’infinità di occasioni che possono essere l’inizio di strade che si aprono, fino a diventare percorsi di studio e di lavoro. Conoscere ragazzi che si sono dati da fare, che si sono affidati a qualcuno che li ha seguiti, che hanno approfondito la curiosità per mondi e sistemi incontrati è un’esperienza entusiasmante, anche per gli adulti.

20 under 20 è stata una delle manifestazioni indirizzate ai ragazzi provenienti dalle scuole d’Italia. Non tutti avranno apprezzato fino in fondo, avranno capito lo spirito e il motivo per essere lì presenti, ma da alcuni, ne siamo certi, nasceranno cose strabilianti. Come i loro colleghi d’oltreoceano (ma anche italianissimi) che hanno presentato lavori e iniziative prodotte in questi anni adolescenziali, sotto i 20.

Girando per gli stand era un continuo assistere a giovanissimi occhi affascinati dalle invenzioni in funzione. Così lasciamo a qualche fotografia il desiderio di replicare ovunque luoghi dove i ragazzi possano continuare l’esperienza di essere stupiti e affascinati dalle cose che vedono. Che, almeno un po’, è quello che anche noi di Hobbyst.it desideriamo fare.

Qui, le foto.

Share
Posted in LABORATORI RAGAZZI, MAKER FAIRE 2014 and tagged , , , , , , , .